Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Slovenia Bike & Trek

0
Prezzo
Da€1,318
Prezzo
Da€1,318
Nome*
Email*
Messaggio*
Lista desideri

Adding item to wishlist requires an account

81

Perché prenotare con noi?

Hai qualche domanda?

Non esitate a chiamarci. Siamo un team di esperti e siamo felici di parlare con voi.

+39 06.98382722

info@quattrovacanze.it

8 giorni
Disponibilità: dal 14 al 21 settembre 2019
Trieste
Slovenia
Min Age : 16
Max People : 12
Dettagli del tour

 I FEEL SLOVENIA

IL PAESE PIU’ SOSTENIBILE AL MONDO!! Lo dice il National Geographic, vera e propria istituzione globale quando si tratta di esplorare amare e difendere il nostro straordinario pianeta https://www.nationalgeographic.com/travel/destinations/eu rope/slovenia/worlds-most-sustainable-eco-green-country/ Un piccolo paese la Slovenia, sì sorprendente e sorprendentemente trascurato dalle italiche genti, eppur limitrofo, eppur curato in ogni anfratto, tanta bellezza e culto di bellezza e consapevolezza, prelibatezza (a tavola) ospitalità e sogno e voglia matta di raccontarsi nel cuore di questa pacifica gente, esperimento ben riuscito di un mondo verde possibile, economicamente attuabile e socialmente tangibile.

Paese che ama la vita attiva per vocazione, OUTDOOR è parola d’ordine qui, viaggio ineludibile per coloro che amano muoversi e lentamente e respirare un mondo più pulito, immancabile nell’album dei giorni migliori e raccontabile nelle sere d’inverno di fronte al camino.

L’ALPE ADRIA TRAIL con alcune varianti sarà la nostra rotta, viaggio raro vario e da diario, senza confini ché scivola fluido fra confini di paesi fratelli (spesso) senza saperlo, Slovenia Austria e Italia, sinfonia di lingue diverse e rotatoria a uscite multiple di culture forti e fatti indelebili.

Una moderna ebike per coprire distanze più ampie senza grande fatica e gustarsi una bella fetta di questo straordinario gateau chiamato Slovenia, si cammina anche ovvio, 2 tappe lunghe ma con dislivelli più che accettabili, e monti leggendari, borghi delicati, fiumi smeraldo colli di vigne profumate e sorprese da cucina locale straordinaria (… sapevate che Ana Ros titolare di un ristorantino a Kobarid (a noi più conosciuta come Caporetto) è stata nominata la migliore chef donna al mondo?) Insomma I FEEL S-LOVE-NIA è il mantra dell’accoglienza qui (sarà mica un caso che la parola Love ci sta dentro no?), un paese gentile quanto amabile ma determinato a mostrarsi e non perdere il suo mirabolante primato. E’ giunto il momento di viaggiare in ebike, anche e soprattutto per te che non l’hai mai provata, è una bici assistita da un motore elettrico, vera avanguardia del turismo leggero sostenibile e accessibile a tutti, si attiva solo quando pedali con diversi livelli di potenza a seconda di quanto aiuto vuoi. Sta conquistando il mondo intero e si sta affermando come la migliore soluzione ai danni incalcolabili provocati dai mezzi di trasporto a idrocarburi

Programma delle partenze

  • SETTEMBRE dal 14 al 21

Partenza da

Alle ore 16 del 14 settembre a Trieste Stazione Centrale – Piazza della Libertà 9.

Orario di partenza

Ore 16.00

Numero minimo

8 pax

Numero massimo

20 pax

Il prezzo include

  • Organizzazione e direzione tecnica
  • Sistemazione di 7 notti in hotel a 3 o 4 stelle / case di villeggiatura (Bovec, Drežnica, Tolmin, Šmartno, Komen, Lokev, Piran), in camere doppie
  • 7 colazioni e 7 cene; tutti i pasti includono cibo tipico locale
  • Guida Ambientale Escursionistica professionista associata Aigae / guida di Mtb con polizza professionale RC per l'intero viaggio (6 tappe)
  • Noleggio ebike (bici assistita con motore elettrico)
  • Trasferimento del bagaglio tra le tappe del tour (6 trasferimenti)
  • Pacchetto di navigazione: traccia GPS, mappe, libretto di viaggio
  • Trasferimento privato da Trieste a Bovec, punto di partenza del viaggio, e da Pirano, destinazione finale, a Trieste
  • Assistenza tecnica e telefonica 24/7
  • Assicurazione medica e bagaglio

Non incluso

  • Trasferimento per Trieste
  • Pranzi al sacco
  • Eventuali spese personali;
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne’ “La quota comprende”.
Prezzo del viaggio

Il viaggio è stato ideato per un gruppo di massimo di 20 persone, al fine di limitare l’impatto che potrebbe avere un gruppo troppo numeroso.

Il prezzo a persona a partire da:

  • 1.318 (minimo 8 persone)

 

Le quote sono quindi soggette a riconferma al momento della prenotazione

Modalità di viaggio

 

Gli alloggi sono graziosi e molto caratteristici (tutte le camere con bagno).

Chi decide di partire per un viaggio del genere oltre a divertirsi e visitare luoghi poco convenzionali è desideroso di fare un’esperienza che lo possa arricchire.

Oltre ad essere un turista sincero, il viaggiatore dovrà anche essere dotato di un certo spirito di collaborazione.

Un viaggio che consigliamo a tutti, anche a famiglie con bambini.

Informazioni utili

EQUIPAGGIAMENTO TECNICO
Scarpe da trekking, scarpe trainers o running, borraccia, zaino comodo e in buone condizioni (20 litri), bastoncini, pantaloni corti e lunghi escursionismo, pantaloni ciclismo con cuscinetto imbottito, magliette traspiranti, guanti, occhiali da sole, cappello e giacca antivento e pile, mantella pioggia, torcia elettrica, costume e crema solare, eventuali medicinali di cui fate uso.
Casco (obbligatorio) e catena forniti con la bici. 

Itinerario di viaggio

Giorno 1 Trasferimento con minibus privato a Bovec, cena e pernottamento

Giorno 2Trekking da Bovec a Drežnica

Distanza circa 22 km
Dislivello circa 400 m
Questa bellissima tappa si svolge in gran parte sulla riva sinistra dell’Isonzo, verso la fine ci si allontana dal fiume per salire al delizioso paese di montagna di Drežnica vicino a Kobarid (Caporetto).
Percorreremo la valle di Bovec, patrimonio culturale e naturale con la cascata romantica di Virje, verso la magica Narnia scenario indimenticato del film Disney “Il principe Caspian di Narnia – Le cronache di Narnia”, poi la cascata maestosa Boka, un salto di 106 metri giù nella valle di centinaia di metri cubi d’acqua. Si segue il fiume Isonzo (Soča) verde smeraldo, su cui canottieri e rafter godono sulle rapide, intorno al monte Polovnik. Dopo una facile salita ecco il paese di montagna di Drežnica, al di sotto del monte Krn

Giorno 3Trekking da Drežnica a Tolmin

Distanza circa 22 km
Dislivello circa 700 m
Tappa carica di memoria e suggestioni attraverso gli ex sentieri militari e i pascoli alpini del Parco Nazionale del Triglav per poi scendere di nuovo verso l’Isonzo e raggiungere la città di Tolmin centro amministrativo della valle dell’Isonzo
Drežnica è un paese dinamico e vivace, centro per diverse attività outdoor e punto di partenza di vari percorsi di trekking, molto forte qui è la tradizione millenaria del carnevale, concerti di alto livello ospitati nella chiesa parrocchiale e sculture di artisti di tutto il mondo (chiamate Forma Viva) esposte lungo la via.
A Krn invece il polso batte più lentamente, meno giovani e gli abitanti lavorano quasi tutti in valle. Appena fuori il paese troviamo la stanza commemorativa del famoso storico Simon Rutar e nel paese vicino di Vrsno, nacque Simon di Gregorčič, uno dei poeti sloveni più popolari. Le malghe lungo i pendii erbosi sopra il paese raccontano bene la umana lotta per la sopravvivenza in montagna.
Il cammino termina a Tolmin, cittadina gentile sulla terrazza naturale sopra la confluenza dei fiumi Isonzo (Soča) e Tolminka, più città che villaggio di montagna.

Giorno 4E-Biking da Tolmin a Šmartno - Dalle montagne alle vigne

Distanza circa 34 km
Da Tolmin si sale fino alla cima del monte Kolovrat al confine fra Italia e Slovenia. Il premio è la fantastica vista sulla valle dell’Isonzo color smeraldo, sulle pianure friulane e le fra Italia e Slovenia. Il premio è la fantastica vista sulla valle dell’Isonzo color smeraldo, sulle pianure friulane e le montagne. Imperdibile il piccolo Museo di Caporetto che racconta i luoghi della prima guerra mondiale come nessun libro di storia riuscirebbe. Da lì si pedala lungo il Kolovrat fino alla sorprendente regione del vino Goriška Brda terra di dolci colline di frutteti e soprattutto di vigne (il cosiddetto Collio sloveno) e piccoli villaggi, capace di vini straordinari.
I viticoltori qui hanno raggiunto fama internazionale per l’altissima qualità del vino e la squisita ospitalità, pedalare qui (e assaggiare… la degustazione è inevitabile…) è una vera esperienza sensoriale.

Giorno 5 e 6E-Biking da Šmartno a Komen e da Komen a Lokev - Carso e cavalli

La Slovenia è letteralmente la terra del carso, proprio dal Carso sloveno derivano i nomi dei paesaggi e dei fenomeni carsici, qui gli scienziati ne capirono processi e caratteristiche. Gli speleologi ogni anno scoprono nuove grotte in Slovenia, il numero di quelle registrate è di oltre 8.000 e circa una ventina di esse sono spettacolari caverne.
Ma il Carso sloveno è anche regione vinicola lodata perfino dai Greci e Romani antichi. La Strada del vino vanta più di 100 cantine, dove si può degustare ed esplorare la ricchezza dei vini. Il paesaggio è senz’altro diverso, ma è ancora pieno di vigneti e piccoli borghi antichi nati in cima alle colline e con le tradizionali case di pietra.
Il sesto giorno si conclude con un’altra sorpresa: i nobili cavalli bianchi lipizzani provengono proprio dalla Slovenia, la loro scuderia originale si trova a Lipica, nella regione del Carso, dal 1580. Potremo ammirarli o eventualmente anche cavalcarli.

Giorno 7E-Biking da Lokev a Piran

In questa tappa abbiamo davvero l’opportunità di cogliere tutta la diversità di questo piccolo paese e dello stesso nostro viaggio. Attraverso una popolare collina locale raggiungiamo il castello di Socerb costruito sulle rovine di un forte che ha resistito per secoli alla bora settentrionale e alle devastazioni del tempo, affacciato sul Golfo di Trieste con alcuni scorci davvero spettacolari. Questo è il margine occidentale dell’altopiano carsico conosciuto come il bordo del Carso. In discesa poi fino alla valle dell’Osp canale di passaggio alla regione costiera dell’Istria. Osp è uno dei più antichi villaggi della Slovenia menzionato per la prima volta nel 1067. Il villaggio è anche famoso per le sue pareti rocciose che offrono opportunità di arrampicata libera tutto l’anno.
Successivamente il sentiero scende al livello del mare fino a Capodistria (Coper) nel piccolo tratto costiero della Slovenia lungo appena 47 km nella regione Istriana. Da lì si segue la vecchia ferrovia Parenzana ora delizioso percorso ciclabile, una ferrovia a scartamento ridotto che fu in funzione dal 1902 al 1935 per collegare Trieste e Parenzo. Attraversando alcune suggestive gallerie si raggiunge la città di Piran (secondo Lonely Planet piccola Venezia in Slovenia) sulla punta di una stretta penisola della costa slovena, delizioso centro storico dell’Adriatico e gioiello dell’architettura gotica veneziana. Il nostro viaggio termina qui, non prima però di aver fatto un tuffo celebrativo in mare e assaggiare i deliziosi frutti di mare.

Giorno 8 Trasferimento in minibus privato Piran – Trieste

Mappa

Foto