Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Camminando per le magnifiche Alpi Albanesi

0
Prezzo
Da€810
Prezzo
Da€810
Nome*
Email*
Messaggio*
Lista desideri

Adding item to wishlist requires an account

91

Perché prenotare con noi?

Hai qualche domanda?

Non esitate a chiamarci. Siamo un team di esperti e siamo felici di parlare con voi.

+39 06.98382722

info@quattrovacanze.it

8 giorni 7 notti
Disponibilità: da marzo a novembre
Albania
Dettagli del tour

L’esplorazione della natura è uno dei motivi principali che spingono a visitare un altro Paese e questo è particolarmente vero per l’Albania. Un paese con 2/3 del territorio montuoso e un paesaggio immensamente vario limitato a una superficie relativamente piccola. Le Alpi Albanesi sono una continuazione della catena montuosa delle Alpi Dinariche ed essendo formazioni giovani offrono alcuni dei paesaggi più spettacolari della regione. Nelle regioni di Vermosh, Theth e Valbona diverse cime superano i 2500 metri sopra il livello del mare, mentre alla loro base creano le valli fiorite di Theth e Valbona. Edith Durham, Lord Byron, Rose Wilder Lane e lo scrittore olandese A. den Doolaard sono alcuni dei più famosi viaggiatori che hanno scritto sull’impressionante bellezza di questa zona.

Programma delle partenze

  • da aprile a novembre

Partenza da

Orario di partenza

Numero minimo

6 pax

Numero massimo

12 pax

Il prezzo include

  • Organizzazione e direzione tecnica
  • Alloggio in case private e pensioni a Theth e Valbona per un totale di 3 notti. • Sistemazione BB in alberghi di 3* standard, per 3 notti a Tirana
  • Trasporto con veicolo AC per i trasferimenti, a parte i giorni a piedi a Theth e Valbona. • Trasferimenti con veicoli alternativi da Scutari a Theth
  • 3 cene a Theth e Valbona con cibi locali • 2 picnic negli itinerari di trekking del Nord
  • Guida in lingua Italiana per l'intero itinerario
  • Trasporto dei bagagli con cavalli da Theth a Valbona
  • Tutti gli ingressi a: Castello di Scutari, Castello di Kruja, museo Scanderbeg ed etnografico, Castello di Berat e Museo Onufri, Chiesa di Sant’Antonio al Kepi Rodonit e Museo Storico Nazionale a Tirana

Non incluso

  • Volo aereo
  • Pranzi e Cene a parte quelli menzionati
  • Polizza assicurativa di viaggio medico-bagaglio;
  • Eventuali spese personali, mance alla guida e autista
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne’ “La quota comprende”.
Prezzo del viaggio

Il viaggio è stato ideato per un gruppo di massimo di 12 persone, al fine di limitare l’impatto che potrebbe avere un gruppo troppo numeroso.

Il prezzo a persona:

  • 810 (minimo 6 persone)

 

Le quote sono quindi soggette a riconferma al momento della prenotazione

Modalità di viaggio

Trasporto con veicolo AC per i trasferimenti.

Gli alloggi sono graziosi e molto caratteristici (tutte le camere con bagno).

Chi decide di partire per un viaggio del genere oltre a divertirsi e visitare luoghi poco convenzionali è desideroso di fare un’esperienza che lo possa arricchire.

Oltre ad essere un turista sincero, il viaggiatore dovrà anche essere dotato di un certo spirito di collaborazione.

Un viaggio che consigliamo a tutti, anche a famiglie con bambini.

Informazioni utili

•    Documentazione necessaria all’ingresso nel Paese

Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio: : è necessario viaggiare con uno dei due documenti che abbia una scadenza superiore di almeno tre mesi alla data di rientro dall’Albania. Per i cittadini UE non è necessario il visto d’ingresso. Si rammenta tuttavia che la normativa albanese sul soggiorno degli stranieri prevede che non si possa soggiornare nel Paese per un periodo superiore a 90 giorni nell’arco di 6 mesi. Chi deve trattenersi per un periodo superiore deve pertanto chiedere un permesso di soggiorno alle competenti Autorità albanesi. Coloro che non ottemperano a tale obbligo rischiano di vedersi rifiutato il diritto di ingresso in Albania (o di essere espulsi dal Paese, con conseguente divieto di reingresso, nel caso in cui si trovino già in Albania e superino i 90 giorni consentiti nel semestre, nonché vedersi comminata una multa di circa 700,00 euro).
Qualora in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, si prenda visione l’Approfondimento “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero” sulla home page di questo sito. 
Si consiglia in ogni caso di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato dell’Albania presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio

Informazioni generali sull’Albania

Posizione geografica

L’Albania è situata nel Sud-Est dell’Europa, nella parte occidentale della Penisola Balcanica, 39° 16′ di latitudine e 42° 39′ di longitudine. L’Albania si trova quasi a metà tra l’Equatore e il Polo Nord e copre una superficie di 28.748 km². La lunghezza complessiva dei confini della Repubblica di Albania è di 1094 km; dei quali 657 km sono confini terrestri, 316 km sono coste, 48 km sono confini fluviali e 73 km sono confini lacustri. La Repubblica di Albania confina a Nord con il Montenegro, a Nord-Est con il Kosovo, a Est con la Macedonia e a Sud e Sud-Est con la Grecia. A Ovest, l’Albania è bagnata dal mare Adriatico e dal mar Ionio. L’altitudine media è di 708 m, ovvero due volte di più della media europea. L’Albania fa parte della zona umida sub-tropicale dell’emisfero nord e della zona climatica Mediterranea.

Clima

Zone costiere: clima mediterraneo con inverni temperati e umidi ed estati calde e secche. Zona alpina: clima continentale con inverni freddi e rigidi ed estati umide.

Rilievi

Pianura – Albania occidentale e orientale, Alpi – Albania settentrionale, cima più alta: Korabi (2.753 m)

Popolazione

La popolazione albanese è di 3.150.886 abitanti. La maggioranza della popolazione è albanese, le minoranze rappresentano circa il 2% della popolazione, si tratta principalmente di greci e macedoni (World Bank 2009).

Capitale

Tirana (dal 1920)

Città principali

Durazzo (Durres), Valona (Vlora), Saranda, Scutari (Shkodra), Berat, Korca, Argirocastro (Gjirokastra), Elbasani

Lingua ufficiale – Albanese

L’albanese è una lingua indoeuropea e costituisce una branca separata di questa famiglia sulla base delle sue idiosincrasie. Il geografo greco Tolomeo testimoniò l’esistenza degli albanesi e della lingua Albanese nel II secolo d.C. Il nome “Shqipëri” (Albania) sostituì il “vecchio” nome di “Arberi” (o Arbani) verso la fine del secolo XVII, a causa delle condizioni storiche che si erano venute a creare, e voleva dare rilievo all’importante connessione tra la lingua, che a quel tempo era chiamata “Shqip” e il concetto di nazione. La lingua Albanese (scritta e parlata) è usata anche in alcune zone del Kosovo, della Serbia, del Montenegro e della Macedonia, dove vivono minoranze albanesi.

Itinerario di viaggio

Giorno 1 Aeroporto – Scutari (1.45 ore di viaggio in auto)

Incontro in aeroporto con la nostra guida e partenza per Scutari. Scutari è la città più importante del Nord dell’Albania e fu la capitale del regno Illirico nel III secolo a.C. Essa era anche il centro della minoranza cattolica Romana in Albania per via dei secolari legami con Venezia. Infatti, l’architettura italiana è presente anche negli edifici dell’inizio del XX secolo. Faremo una passeggiata nella zona pedonale rinnovata di recente, in cui si intrecciano architettura italiana e austriaca, testimonianza dei legami storici della città con questi due Paesi.
Pernottamento in albergo tradizionale (potrete cenare nel meraviglioso ristorante in pietra dell’albergo).

Giorno 2Scutari – Theth (4 ore di viaggio in auto)

Dopo la colazione ci dirigeremo verso il Lago di Scutari a Koplik e poi svoltiamo a destra attraverso i campi di lavanda prima di iniziare a salire attraverso splendide montagne calcaree. Una volta che la strada raggiunge il villaggio di Boga, giriamo e ci immergiamo in paesaggi mozzafiato e arriviamo al villaggio montano di Theth nel cuore del Parco Nazionale del Thethi, passando attraverso il collo di Thore. Dopo aver scaricato la nostra attrezzatura faremo un tour della durata di 3-5 ore per conoscere il villaggio. Iniziamo con la chiesa di Thethi costruita originariamente nel 1892, ricostruita e rinnovata nel 2005; all’incirca di fronte alla chiesa, dopo aver attraversato un campo, si trova il “Kulla e ngujimit” o “Torre Prigione” che può essere vista solo da fuori, testimonianza di un sistema di codici rigidi e crudeli agli occhi dei visitatori moderni, ma che hanno regolato la vita isolata degli abitanti di queste montagne per secoli; un altro monumento inaccessibile all’interno è il vecchio mulino ad acqua, situato proprio sotto la torre, che fu utilizzato per secoli dagli abitanti del luogo per macinare il grano. Ci avvicineremo al mulino e imboccheremo un sentiero che porta al ponte di Gerla sospeso a 30 metri sul canyon Thethi che è largo solo due metri e crea un paesaggio spettacolare. Raggiungiamo la splendida cascata Grunasi, dove l’acqua cade per decine di metri in una pozza profonda. La sua acqua cristallina è così fredda che ogni desiderio di farsi una nuotata svanisce appena raggiunge le vostre caviglie. Pernottamento presso una guest house locale nel villaggio Theth.

Giorno 3Theth – Valbona (senza auto)

Si raggiunge a piedi Valbona attraverso alcuni dei paesaggi più selvaggi nel distretto di Tropoje, conosciuta come la patria della cultura popolare Albanese. Cammineremo per circa 8 ore attraverso boschi e pascoli alpini e raggiungeremo il passo di Valbona (1950m). Qui ci prenderemo qualche minuto per godere del panorama spettacolare verso Valbona e la valle di Theth. Mentre si passa il fiume Valbona, alcune belle cascate e il pittoresco villaggio di Rragam, il nostro bagaglio viene trasportato dal cavallo alla prossima guesthouse. Il Parco Nazionale della valle di Valbona si trova 30 chilometri a nord-ovest della città di Bajram Curri. Ha una superficie di circa 8.000 ettari. Il parco è considerato un miracolo delle Alpi Albanesi, offre una magnifica varietà di forme, colori, flora e fauna. Le foreste e i pascoli, i laghi alpini, i fiori, le case caratteristiche e l’ospitalità degli abitanti creano un posto unico che può essere esplorato a livelli differenti. Durante il periodo del comunismo, soltanto ai membri del governo, agli abitanti e tecnici autorizzati della foresta e a un pugno di ospiti importanti dei Paesi stranieri con cui l’Albania aveva rapporti politici – quale la Russia, Bulgaria, Polonia – era permesso entrare in questa regione ma avevano bisogno di un’autorizzazione speciale dal governo. Fortunatamente la bellezza di Valbona è al giorno d’oggi a disposizione di tutti per essere esplorata e rispettata. Pernottamento in guest house locale.
4° Giorno:

Giorno 4Valbona (senza auto)

Il nostro itinerario ci porta attraverso boschi di faggi e pini giù per il picco Rosi fino al “Cerchio bianco”, dove godiamo di una vista panoramica attraverso le cime e le valli delle Alpi Albanesi (circa 6 ore di cammino). La valle di Valbona fa parte del distretto di Tropoja, che a sua volta si trova sotto le Alpi Albanesi, con numerose montagne che raggiungono un’altezza di oltre 2.000 metri. Ci sono massicci montuosi come il blocco orientale di Jezerca (il suo picco è 2.694 metri); il blocco di Maja e Hekurave (2.561 m) che si distingue per le sue pendici asimmetriche e il picco che ha una forma conica; il picco di Shkelzeni (2.407 m) che rientra tra le formazioni tettoniche e ha una forma piramidale. La cresta è ricoperta di foreste di querce, faggi e alcune conifere fino ai pendii carbonici, mentre in alto ci sono alcuni pascoli alpini. Pernottamento in pensione locale.

Giorno 5Valbona – Koman Lake – Kruja – Tirana (5 ore di viaggio in auto)

Partenza al mattino presto per prendere il traghetto che attraversa il lago di Koman. Un viaggio spettacolare in barca attraverso il lago artificiale creato dalle stazioni di energia idroelettrica costruite sul fiume Drin. La profondità del lago ha dato un colore opale verde mentre le montagne circostanti hanno creato l’effetto magnifico di un fiordo. Finito il viaggio ci dirigeremo in auto verso Kruja, simbolo della resistenza albanese contro i Turchi, con a capo Scanderbeg, l’eroe nazionale albanese che guadagnò il titolo di “Protettore della Cristianità” per aver bloccato l’invasione Turca dell’Europa occidentale per venticinque anni. Visita al Museo di Scanderbeg, ricco Museo Etnografico, e al vecchio Bazar dove i migliori souvenir fatti a mano possono essere acquistati. Pernottamento a Tirana.

Giorno 6Tirana – Kepi Rodonit – Tirana (2.5 ore di viaggio in auto)

Dopo colazione ci dirigiamo verso “Kepi i Rodonit” un meraviglioso promontorio a soli 55 km dalla capitale. Faremo una passeggiata in questa bella piccola penisola naturale che ha molto da offrire. Conosceremo di più sulla storia dell’Albania partendo dal XV secolo presso la Chiesa di Sant’Antonio, una delle più antiche dell’Albania alla quale erano attribuiti poteri di guarigione, fino al suo recente passato comunista, con la visita agli enormi bunker anti-aerei costruiti dal regime pensando a una possibile invasione “nemica”. Dopo una camminata di circa due ore attraverso una rigogliosa vegetazione esploreremo il luogo chiamato Castello Scanderbeg con una stupenda vista sul mare. Dopo la visita ritorno a Tirana per un tour guidato dei principali siti della capitale e per visitare il Museo Storico Nazionale che dà un’approfondita panoramica della storia albanese. Pernottamento a Tirana.

Giorno 7Tirana – Berat – Durres – Tirana (5 ore di viaggio in auto)

Dopo colazione ci dirigeremo verso Berat, conosciuta come la “città delle mille finestre” e classificata come città-museo che fa parte dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il Castello di Berat è di particolare interesse, ci sono ancora persone che vivono tra le sue mura nelle loro case tradizionali, come hanno fatto i loro antenati per secoli. In passato, all’interno del castello c’erano oltre quaranta chiese, oggi ne rimangono solo sette, di cui una trasformata nel Museo Onufri. Onufri era un pittore albanese del XVI secolo, maestro di icone sacre, che dipinse molte chiese ortodosse in Albania e Grecia. Suggeriamo il pranzo nel castello presso una famiglia che serve specialità fatte in casa. Dopo le visite, ritorno a Tirana per il pernottamento con una fermata a Durazzo, una delle più antiche città dell’Albania (fondata nel 627 a.C.), per visitare l’anfiteatro romano considerato il più grande nei Balcani.

Giorno 8Partenza

Dopo colazione potrete esplorare la città a vostro piacimento fino all’ora del trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno.

Mappa

Foto