+39 06 98382722 info@trekkinglife.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Birth Date*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Already a member?

Login
+39 06 98382722 info@trekkinglife.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Birth Date*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Already a member?

Login

I 5 migliori piatti tipici della cucina di montagna

Trekkinglife > Italia > I 5 migliori piatti tipici della cucina di montagna

Che cosa mangiare in montagna?

Che cosa c’è di meglio, dopo una bella escursione in montagna, che gustare degli ottimi prodotti tipici che sazino l’appetito sollecitato dalla camminata nel cuore della natura? La ricca biodiversità delle nostre regioni ci emoziona continuamente con splendidi contesti naturali, eppure ognuna sa sorprenderci con paesaggi e caratteristiche peculiari e uniche. La cucina locale che rappresenta ogni territorio ne completa e arricchisce l’identità, e non c’è cosa più piacevole che scoprirlo a tavola degustando un delizioso piatto tipico! Se sei approdato su questa pagina sei sicuramente un escursionista goloso, che sa apprezzare ricette e specialità locali di un bel pranzo in montagna, perciò in questo articolo abbiamo raccolto per te i 5 migliori piatti di alta quota che potrai assaggiare nelle tue prossime escursioni!  Buona lettura e buon appetito!

Cosa mangiare sull’Etna: il tartufo nero

Se pensiamo alla Sicilia la prima immagine che ci viene in mente è un mare azzurro e cristallino, in cui tuffarci per dimenticare tutte le fatiche dell’inverno, ma questo territorio straordinario sa offrire anche molto di più! Pensiamo alla sua montagna più suggestiva, il grandioso vulcano Etna, che regala scenari mozzafiato tra tunnel lavici e scorci sul mare. Come concludere un percorso in una cornice naturale così affascinante se non assaporando i prodotti più tipici di questo territorio? Il tartufo dell’Etna è senz’altro un’eccellenza della cultura gastronomica locale. Anche se non ci aspettiamo di gustare una tale specialità in terra siciliana, e pensando al tartufo subito la nostra mente si rivolge al Piemonte e ai suoi prodotti doc, la Regione Sicilia è, a sorpresa, riconosciuta tra le 14 regioni tartufigene d’Italia e il suo tartufo nero merita davvero un assaggio. Con il suo gusto ricco si sposa perfettamente con un’infinità di ingredienti: dagli antipasti ai secondi piatti, questa deliziosa specialità saprà accontentare anche il più esigente dei palati! Prova gli Arancini al Tartufo ed Asiago, una squisitezza da leccarsi i baffi….se non hai in programma un’altra escursione scattante in giornata!!!

Il tartufo nero dell'Etna è una deliziosa specialità che non ci aspetteremmo in Sicilia!

Il Brezel: una specialità del Trentino Alto Adige

Sfiziosa e golosa, questa specialità del trentino Alto Adige strettamente legata alla cucina tirolese e austriaca è una prelibatezza della famiglia del pane e delle focacce. A base di una ricetta molto semplice che include farina, burro, acqua e sale, il suo nome è legato a un’antica leggenda secondo la quale in passato il pane veniva dato in premio dai monaci ai bambini più meritevoli che imparavano a memoria le preghiere e i passi della Bibbia. Una versione più prosaica ne spiega invece l’origine dal termine latino “brachium”, abbraccio, dovuto alla forma che ricorda, appunto, un abbraccio. Il termine, giungendo da terra alsaziana, è stato poi italianizzato in “Brezel”. In passato, questo buonissimo prodotto da forno era ritenuto simbolo di fortuna e prosperità, e lo è ancora oggi. Sembra che in principio questa gustosa focaccia venisse consumata quasi cruda, ma iniziasse poi a venire apprezzata cotta e tostata grazie alla sbadataggine di un fornaio che si addormentò durante la cottura!

Il Brezel è un delizioso prodotto da forno che si può gustare da solo o accompagnato a piatti dolci o salati

Polenta concia della Valle d’Aosta

Che cosa dire di un bel piatto di calda e corroborante polenta concia dopo una lunga camminata che ha impiegato tutte le nostre energie? Questa sostanziosa ricetta tipica della Valle d’Aosta nasce da ingredienti semplici e gustosi: farina di mais, burro e formaggi danno vita a un piatto irresistibile per ogni escursionista che abbia voglia di gustare la buona tavola in una fredda giornata d’inverno, anche se non è di sicuro un piatto leggero! Il termine “concia” legato alla tipica polenta valdostana significa proprio “condito”, e fa riferimento all’uso di ingredienti come i formaggi, che la rendono capace di scaldare il corpo e sollevare l’animo! Esiste piatto più conviviale, da accompagnare a una bella tavolata di amici e ad un buon bicchiere di vin brulè?

La polenta è un piatto nutriente e corroborante, perfetto per riprendere le energie dopo un'escursione!

Strudel di mele della Valtellina

Lo strudel di mele può sembrare (e a tutti gli effetti è!) un piatto tipico trentino, ma in Valtellina se ne possono trovare di davvero squisiti! Gli ingredienti base di questa sfoglia ripiena sono farina, olio, burro, uvetta, pinoli…e naturalmente deliziose mele! Il risultato di questo impasto è un dolce morbido e fragrante dal gusto intenso e dal profumo invitante. Chi potrebbe resistere a una specialità così sfiziosa? La sua origine è antichissima e ci riporta addirittura alle conquiste dei turchi, che portarono questo meravigliosa specialità in Austria, da dove si diffuse poi nel territorio italiano. Lo strudel di mele è una ricetta semplice e veloce, che può essere riprodotta in casa, ma che sicuramente sostiene in maniera efficace soprattutto dopo una piacevole escursione in montagna che stimola l’appetito.

Lo strudel è un dolce sfizioso e profumatissimo semplice da fare anche in casa

La tradizione del cotechino piemontese

Il cotechino, accompagnato da ottime lenticchie di qualità, è conosciuto e consumato in tutto il territorio italiano, ma è una prelibata specialità della regione Piemonte. Non ci aspettiamo di trovarlo sulle nostre tavole al di fuori del periodo natalizio, abituati come siamo ad associarlo alle festività e ai pranzi in famiglia, eppure in terra piemontese è un tipico piatto invernale che non può mancare nella stagione fredda. L’origine di questo piatto nutriente è antichissima ed è legata alla tradizionale arte del salumiere, che veniva tramandata di padre in figlio conservandosi di generazione in generazione. Questo salume di carne di maiale era lavorato nel periodo della quaresima, con la necessità di non sprecare nessuna parte dell’animale. Viene ancora oggi preparato secondo l’antica ricetta artigiana e tradizionalmente consumato con patate o verdura.

Il cotechino piemontese è un piatto tipico che si gusta durante tutta la stagione invernale

La buona cucina: un’ottima amica in montagna!

Ogni regione ha le sue specialità gastronomiche, e una delle occasioni migliori per conoscerle e gustarle è senz’altro dopo una bella camminata in montagna! Dalle cime dell’Etna ai monti del Piemonte puoi trovare deliziosi piatti tipici, dolci o salati, per concludere nel migliore dei modi una bellissima giornata di escursione!

Leave a Reply